Guida a SiteGround: perché è il miglior servizio di hosting e la mia recensione

SiteGround è davvero il miglior servizio di hosting come tutti dicono? In questa guida ti spiegherò cosa è e perché molte persone, tra cui me, lo hanno scelto.

Probabilmente, avrai letto su altri siti web che esistono diversi servizi di hosting, magari ti sei già fatto un’idea di quale potrebbe essere quello adatto a te e per questo stai cercando informazioni specifiche in merito. Allora mettiti comodo perché in questo articolo desidero spiegarti perché dovresti scegliere proprio SiteGround!

Questo articolo contiene link di affiliazione, significa che se acquisti tramite questi link io ne trarrò un guadagno senza variazioni sul prezzo finale per te che compri. Per maggiori info clicca qui.

La mia storia: perché ho portato il mio blog in SiteGround

Prima di iniziare con una lunga sequela di informazioni più o meno tecniche, desidero condividere con te la mia esperienza e le motivazioni che mi hanno spinta, dopo mesi dall’apertura blog, a cambiare hosting.

Anni fa, quando ancora andavo alle superiori, mi dilettavo a creare siti web e utilizzavo una piattaforma gratuita. Andava più che bene per l’uso che ne facevo all’epoca e memore della bella esperienza, quando ho deciso di aprire questo blog, ho pensato di farlo su quella stessa piattaforma.

Peccato che non mi fossi resa conto di quanto potesse essere limitante a livello di pubblicità e affiliazioni, senza parlare delle tempistiche di risposta dell’assistenza.

Quando decidi di aprire un blog e hai un budget limitato, è ovvio cercare il servizio che ti offre di più a meno, anche a scapito di alcuni aspetti che nel tempo potrebbero rilevarsi importanti, se non fondamentali.

Ho così iniziato a informarmi in merito ad altri servizi di hosting, non mi sono basata più solamente sul fattore economico, ma ho letto recensioni di altri blogger, fatto una lista dei servizi che mi venivano offerti e valutato le mie priorità.

Che cosa valutare quindi quando devi scegliere un nuovo hosting?

  • Sicurezza della rete su cui opera;
  • velocità e numero di volte in cui, a causa di problemi tecnici o aggiornamenti, il server è offline;
  • varietà di piani offerti per venire incontro alle tue esigenze future;
  • servizio clienti;
  • prezzi concorrenziali.

Spinta dalle numerose recensioni positive che avevo letto di questo servizio hosting, ho deciso di passare a SiteGround approfittando di una offerta economica vantaggiosa, il 60% di sconto per i nuovi clienti. Ho trovato un servizio clienti, disponibile h24 dal lunedì alla domenica, in grado di aiutarmi con il trasloco nonostante i limiti di accesso ai database che imponeva il precedente hosting. Ammetto che non è stato semplice ma alla fine ce l’ho fatta!

Per questo, ora, posso solo che raccomandare questo servizio di hosting e sconsigliare di aprire un blog o un sito web su una piattaforma gratuita, soprattutto se l’obiettivo è quello avere un portale professionale da cui percepire degli introiti.

Ma ora basta parlare di me e passiamo a SiteGround!

Storia di SiteGround

SiteGround fu fondata nel 2004 da Tenko Nikolov, che allora frequentava il secondo anno della facoltà di giurisprudenza. Lui e i suoi amici decisero di fondare l’azienda con lo scopo di farla diventare la migliore in fatto di web hosting. Ci riuscirono in soli due anni grazie alla loro filosofia che prevedeva un’offerta basata su affidabilità, prestazioni, sicurezza e convenienza.

L’azienda, con sede a Sofia, in Bulgaria, oggigiorno vanta circa 500 dipendenti, data center in cinque paesi diversi e oltre 2.000.000 domini che usufruiscono dei loro servizi.

Come ha fatto un’azienda nata all’interno di un dormitorio universitario a diventare così importante? E perché tante persone ancora oggi, a distanza di anni la scelgono? Vediamo assieme che cosa offre SiteGround ai suoi clienti e se può fare anche al caso tuo!

Piani di hosting

Iniziamo con i piani di hosting, si dividono in: hosting condiviso, cloud hosting e hosting enterprise.

Ogni piano offre funzionalità diverse per adattarsi alle specifiche esigenze che ogni sito web può avere.

Acquistare oggi uno specifico piano di hosting non significa che resterai bloccato con esso sino al termine della sottoscrizione, in qualunque momento potrai fare un upgrade oppure un downgrade. Questo significa che se il tuo sito cresce velocemente e il piano inizialmente acquistato inizia a starti stretto, puoi facilmente passare a un piano che ti consente di supportare un numero maggiore di visite e più spazio a disposizione per il tuo materiale.

Se hai già aperto il tuo sito o blog presso un altro hosting, SiteGround ti consente di trasferirlo gratuitamente. Per il piano StartUp, il più economico, dovrai farlo in autonomia tramite il plugin SiteGround Migrator. Per i piani superiori viene garantito il trasferimento gratuito professionale gestito dai tecnici SiteGround per un sito web per account.

Questo è stato fondamentale per me in fase di scelta del piano in quanto ho preferito non optare per il piano StartUp ma scegliere quello superiore per avere questo servizio incluso. Se desideri il piano base e aggiungere il trasferimento professionale, dovrai considerare una spesa extra di 24€.

Ma scendiamo più nel dettaglio dei piani partendo da quelli di hosting condiviso: StartUp, GrowBig e GoGeek.

Cosa significa hosting condiviso? Hosting condiviso vuol dire che il tuo sito web condivide lo spazio all’interno di un web server con altri siti.

Per questo motivo, l’hosting condiviso è la scelta più economica e perfetta per siti che non ricevono più di 100.000 visitatori al mese (se il tuo sito o blog supera questo numero di visitatori allora dovrai considerare un piano di cloud hosting che vedremo in seguito).

Il piano StartUp

Il piano StartUp è il piano “base” di SiteGround, indicato per i nuovi blogger o per coloro che non ricevono più di 10.000 visite al mese.

Questo piano consente di creare un solo sito web, il dominio è gratuito per un anno se non ne possiedi già uno, possibilità di installare WordPress, un backup giornaliero gratuito e supporto 24/7.

Il piano GrowBig

Il piano GrowBig è perfetto per i siti di piccole e medie dimensioni con un numero di visite mensile compreso tra 10.000 e 25.000. Oltre alle funzionalità del piano StartUp, hai in omaggio il trasferimento professionale gestito da un team di tecnici dal tuo precedente servizio di hosting, supporto premium 24/7, 20 GB di spazio web e la possibilità di collegare un numero illimitato di domini a un solo account.

Attenzione: il numero massimo di visite, 25.000, è riferito alle visite complessive di tutti i domini, non per singolo dominio associato al piano.

Il piano GoGeek

Il piano GoGeek è ideale per siti che arrivano ad avere sino a 100.000 visite al mese, complessivamente per account e non singolo dominio. Ha tutte le funzionalità del piano GrowBig, anche se il numero di GB disponibili sale a 30, con l’aggiunta di funzionalità premium tra cui il supporto 24/7.

Prezzi

Per i nuovi iscritti, il piano StartUp costa € 3,95 al mese, il piano GrowBig costa € 6,45 al mese, mentre il prezzo del piano GoGeek è di € 11,95 al mese.

Tutti i prezzi sopra indicati sono iva esclusa. I prezzi per i nuovi iscritti hanno uno sconto del 60% rispetto al prezzo di listino. Un prezzo che invoglia ad acquistare il servizio per più anni.

Siteground prezzi hosting

SiteGround Cloud Hosting

Il cloud hosting è il passo successivo da affrontare quando l’hosting condiviso non basta più. La migrazione dall’hosting condiviso al cloud viene effettuata dai tecnici SiteGround.

I server cloud sono server virtuali molto flessibili in grado di essere personalizzati in base alle tue effettive esigenze.

I pacchetti di cloud hosting o server dedicati sono quattro: Entry, Business, Business Plus e Super Power.

Tutti i piani di cloud hosting riprendono le funzionalità dei piani di hosting condiviso incrementandole e migliorandole. Potrai ottenere un indirizzo IP dedicato, un nome di dominio gratuito, backup giornalieri e supporto VIP 24/7.

Il prezzo base è di € 64 al mese, iva esclusa.

Hosting Enterprise SiteGround

Il servizio di hosting Enterprise è per le aziende che desiderano un pacchetto dedicato e realizzato su misura. Essendo un prodotto con caratteristiche e servizi specifici e diversi per ogni azienda, non vi è un listino prestabilito ma occorre richiedere un preventivo direttamente al team di SiteGround.

Tra i portali che hanno aderito a questo servizio vi è, per esempio, la campagna Save the heart of the Amazon di Greenpeace.

CMS supportati

I content management system, ovvero sistemi di gestione contenuti, supportati da SiteGround sono WordPress, Drupal, Joomla, Magento, PrestaShop e WooCommerce.

WordPress

WordPress è un sistema di gestione dei contenuti flessibile e facile da usare. È senza dubbio la piattaforma di blogging più popolare al mondo tanto che viene utilizzato da oltre 455.000.000 siti internet.

Quella tra SiteGround e WordPress è una collaborazione molto stretta e affiatata tanto che lo stesso web hosting sponsorizza eventi quali WordPress WordCamp in tutto il mondo. Si tratta di conferenze dedicate all’utilizzo di WordPress a cui tutti gli utilizzatori possono partecipare.

Installare WordPress è molto facile, ti basterà accedere all’area Site Tools del sito in cui devi installare WordPress, aprire il menù a tendina nella barra laterale a sinistra alla voce WordPress e cliccare su Installa e Gestisci.

In pochi clic avrai installato WordPress sul tuo sito e se dovessi avere problemi o dubbi, ricorda che il servizio assistenza è sempre a tua disposizione!

Se invece trasferisci il tuo sito da un altro host, SiteGround offre un servizio di trasferimento WordPress per garantirti una transizione senza interruzioni del tuo portale. WordPress sarà quindi automaticamente installato e pronto all’uso.

Drupal e Joomla

Drupal è un sistema di gestione dei contenuti che richiede un elevato livello di competenza tecnica e ti permette di creare siti internet altamente avanzati.

Joomla è un altro sistema di gestione contenuti che puoi installare su SiteGround. Si propone come via di mezzo tra la semplicità di WordPress e la complessità di Drupal. Offre anche maggiore flessibilità strutturale rispetto a WordPress ma è sempre un passo indietro a Drupal.

L’installazione di Drupal o Joomla segue la stessa prassi di quella per WordPress. Bastano pochi clic se la stai installando per la prima volta, mentre viene automaticamente trasferito durante il trasloco di un sito già esistente da un altro servizio di hosting.

WooCommerce, PrestaShop e Magento

Quale scegliere tra queste tre opzioni supportate da SiteGround?

WooCommerce è in realtà un plugin di WordPress nato nel 2011, quindi più recente rispetto a PrestaShop e Magento.

WooCommerce è perfetto per te se hai un sito WordPress e desideri creare un ecommerce di piccole dimensioni in cui vendere i tuoi prodotti. È facile da usare e ideale per coloro che sono alle prime armi e hanno un catalogo limitato. Le funzionalità si possono ampliare installando ulteriori plugin che però appesantiscono il sito.

PrestaShop è un CMS open source, gratuito, ricco di plugin e altre funzioni implementabili a pagamento. Non è molto flessibile graficamente e alcuni temi sono a pagamento, però è ideale per piccole e medie imprese che desiderano sin da subito mettere in vendita numerosi prodotti organizzandoli in categorie e sotto categorie.

È adatto anche a coloro che per la prima volta desiderano aprire e gestire un negozio online, è SEO friendly e multilingua.

Anche la versione di Magento disponibile su SiteGround è open source, quindi gratuita. Magento è indicato per coloro che hanno esperienza nella gestione di un ecommerce in quanto, a elevate prestazioni qualitative, corrispondono anche avanzate competenze tecniche e un server in grado di sostenere la pesantezza delle pagine.

Magento è quindi il top degli ecommerce, indicato per grandi aziende con un catalogo strutturato che desiderano fruttare al massimo le competenze di un ampio team di sviluppatori internazionale.

Contro di Siteground

Gli unici due aspetti negativi che ho constatato sino a ora con SiteGround sono il prezzo e la durata dei contratti.

Il prezzo per i nuovi iscritti è sicuramente concorrenziale, come anche la possibilità di effettuare un upgrade o downgrade in base alle proprie esigenze.

I contratti però sono a pagamento anticipato di minimo 12 mesi. Per questo, se hai intenzione di aprire un sito internet per un progetto a lungo termine, ti consiglio di fare un bel investimento iniziale e accaparrarti il piano hosting che desideri per il periodo più lungo possibile o che puoi permetterti.

Al rinnovo dovrai pagare il prezzo pieno!

Pro di SiteGround

SiteGround garantisce un uptime del 99%, percentuale verificata da servizi di monitoraggio uptime indipendenti.

Se vuoi verificare tu stesso, puoi utilizzare StatusCake, un portale dove potrai testare le performance del tuo sito. Si tratta di un servizio a pagamento con prova gratuita.

SiteGround, inoltre, afferma che se si verificano tempi di inattività superiori allo 0,1% su base annua, vi sarà un rimborso

Un altro punto a favore di SiteGround è sicuramente l’assistenza clienti 24 ore su 24 sia telefonica che via chat dal vivo oppure tramite l’apertura di un ticket. Qualunque opzione tu scelga, la risposta è rapida e gli operatori sono sempre disponibili, cortesi e pronti ad aiutarti.

Quando interagisci con un addetto dell’assistenza tramite ticket o chat dal vivo, hai anche la possibilità di vedere, oltre al loro nome, la foto, la valutazione fornita da altri clienti come te e il numero di persone che hanno assistito. Per maggiori informazioni sulla persona che ti sta aiutando, puoi cliccare sul suo nome e leggere una sua breve biografia. Potrà sembrare inutile come servizio, ma è sicuramente da apprezzare in quanto rende il servizio meno anonimo e meccanico.

Non ti preoccupare se non sei molto ferrato con le lingue straniere, il servizio clienti di SiteGround risponde anche in italiano!

Il pannello di gestione di SiteGround è facile e intuitivo e il servizio di hosting offre delle guide in lingua per aiutarti a muovere i primi passi all’interno della tua area personale a quella dedicata ai diversi siti internet se opti per piani come GrowBig o GoGeek.

Inoltre, se non sei soddisfatto del tuo acquisto, hai un periodo di garanzia di 30 giorni!

Domande e risposte su SiteGround

SiteGround è migliore di Bluehost?

Sì. Siteground è decisamente più veloce, affidabile, dispone di un eccezionale servizio clienti e offre inclusi nel pacchetto servizi che Bluehost non ha, come il servizio di backup avanzato. I server sono localizzati sia negli Stati Uniti che in Europa e Asia.

SiteGround offre un dominio gratuito?

Sì. Se sei un nuovo cliente e non possiedi già il tuo dominio, SiteGround ti offre la possibilità di averne uno gratis il primo anno.

Possono usarlo con facilità anche coloro che sono agli inizi?

SiteGround offre una gestione semplice e intuitiva con una grafica minimalista e una pratica guida facilmente interrogabile tramite la barra di ricerca all’interno del tuo account personale. In caso di dubbi puoi sempre contare sul servizio clienti in lingua 24 ore su 24, tutti i giorni!

Come spiegato in questa guida, SiteGround offre una vasta gamma di opzioni di hosting, dal piano StartUp di hosting condiviso per siti nuovi o di piccole dimensioni, fino all’hosting aziendale personalizzato per siti di grandi dimensioni. Grazie questa vasta selezione, l’hosting cresce con te, senza limitarti al piano inizialmente scelto.

Cosa aspetti a provarlo e usufruire dell’iniziale sconto del 60%?

Registrarsi è facile! Passo 1: SCEGLI IL PIANO!

SiteGround
SiteGround

Apri ora il tuo blog grazie all’hosting performante di SiteGround scontato del 60% e a WordPress! Clicca qui!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Siteground: guida e recensione del servizio hosting

Guida a SiteGround: perché è il miglior servizio di hosting e la mia recensione SiteGround è davvero il miglior servizio di hosting come tutti dicono? In questa guida ti spiegherò cosa è e perché molte persone, tra cui me, lo hanno scelto. Probabilmente, avrai letto...

Come creare un blog: guida base per aspiranti blogger

Come creare un blog - Parte 1 Oggigiorno tutti hanno un blog, tutti scrivono di qualcosa e magari qualcuno che conosci ci fa pure soldi! Se è giunto anche per te il momento di aprire un blog in cui raccontare le tue passioni ma non sai da dove iniziare, non ti resta...

Pin It on Pinterest

Share This